Castello di Nervi, la presentazione de “Il fenomeno mediatico Roberto Bolle"

di Redazione

L'ultimo dio della danza svelato in un libro di Francesca Camponero mercoledì 29 luglio alle 18:30

Castello di Nervi, la presentazione de “Il fenomeno mediatico Roberto Bolle"

In questi giorni si sta svolgendo a Nervi l'edizione 2020 del Festival Internazionale del Balletto e della Musica. Tanti gli importanti ospiti del mondo della danza tra cui l’etoile Eleonora Abbagnato che nella serata di mercoledì 29 luglio si esibirà sul palco dei Parchi.

Per questo ANPI, ANCR e l’Associazione Culturale EcletticArte hanno pensato fosse la giornata giusta per presentare, alle 18:30 al Castello di Nervi, un libro che parla di un’altra grande etoile internazionale: Roberto Bolle.

Il libro scritto dalla giornalista e critico di danza Francesca Camponero intitolato ”Il fenomeno mediatico Roberto Bolle, l’ultimo dio della danza” (Gedi  Edizioni), non è nè una biografia del noto ballerino, nè una carrellata di fotografie dello stesso. A questo hanno già pensato altri.

Si può piuttosto considerare come un viaggio nella splendida carriera di Bolle, che mette a fuoco tutti i vari passaggi  avvenuti  per raggiungere l’apice di successo. Dai palcoscenici internazionali  alle maggiori piazze italiane, gli stati olimpici, ma anche le passerelle della moda, i set di spot pubblicitari, fino  a trionfare in tv con uno show che non comprende solo danza. Insomma Bolle always and everywhere  grazie ad una fantastica operazione di marketing che è stata in grado di fare di lui un personaggio tanto popolare da essere noto anche a chi di danza classica non si è mai interessato.

Importante contributo al libro sono stati forniti dall’Ing. Pietro Barbera di Trapanai  col suo "vinarello", che ritrae Bolle dipinto con Nero d'Avola,  e dall’artista Michelangelo Manente coi suoi simpatici fumetti  usciti su “Mi-Tomorrow”, quotidiano free press di Milano. Ambedue hanno  avuto piacere di prendere parte al progetto della giornalista genovese concedendo la pubblicazione delle loro opere  che rendono la copertina unica e accattivante.

L’ingresso alla presentazione è libero, fino ad esaurimento posti nel rispetto delle indicazioni sanitarie riguardo alla prevenzione del Covid -19.