Festival di Nervi, Armiliato in RecitalCanTango con anteprima

di Giulia Cassini

Domenica 26 luglio il progetto nato per l'80esimo della morte di Gardel sarà impreziosito sul finale dal debutto della canzone Genova Vita

Entra nel vivo il Festival Internazionale del Balletto e della Musica di Nervi domenica 26 luglio con il cantante Fabio Armiliato e Fabrizio Mocata al pianoforte per “RecitalCanTango”. Fabio Armiliato è noto a livello internazionale, basti pensare alle collaborazioni con Levine, Mehta, Muti, Pappano, Bartoletti, Chung, Sinopoli, Santi, Viotti, Luisi, Sutej, Renzetti, Young, Queler, Rizzi, Gatti, Palumbo e Benini, per citarne alcuni

Acclamato dal pubblico grazie alla sua particolare vocalità, al suo impressionante registro acuto e alla sua innata musicalità, è apprezzato per le indiscusse capacità drammatiche e per il grande carisma che infonde ai suoi personaggi. Proprio tratti che hanno portato al successo lo spettacolo particolarmente appassionato di RecitalCanTango, dove la personalità gioca decisamente a favore.

Il progetto, nato nel 2014, è dedicato alle Canciones di Carlos Gardel  e alle connessioni con il belcanto, col melodramma italiano e ricorda Tito Schipa (1888-1965), autore di grandi spartiti di tango seppure noto principalmente agli addetti al settore.

Ora, una figura popolare come Armiliato, famoso anche quale attore di “To Rome with Love” di Woody Allen per cui è stato premiato con lo speciale “Oscar della Lirica 2012”, porta al largo pubblico queste suggestioni, ma non solo.

“E’ prevista una sorpresa domenica per il Festival Internazionale del Balletto e della Musica -spiega Fabio Armiliato- e alla fine della serata in anteprima assoluta e in occasione proprio dell’apertura del Ponte farò ascoltare e vedere il video della nuova canzone Genova Vita che sarà parte di un cd dedicato alla nostra città in uscita a settembre. Nel cd ci saranno anche altre canzoni celebri genovesi, tra cui una nuova versione in tango di Ma se ghe penso e Ave Maria del Maestro Dodero accompagnata alla chitarra da Armando Corsi”.