Genova, il Comune ascolta i cittadini di Quarto: ipotesi rimessa Amt al Carlini

di Alessandro Bacci

Dopo le proteste dei mesi scorsi nell'area di via delle Campanule potrebbe essere realizzata "solo" una piastra per la sosta da 250 posti auto

Genova, il Comune ascolta i cittadini di Quarto: ipotesi rimessa Amt al Carlini

Il Comune di Genova studierà la fattibilità del progetto di una nuova rimessa per gli autobus Amt nel levante cittadino, prevista dal piano dei quattro assi di forza della mobilità (Pums) finanziato dal ministero, da realizzare nell'area dello stadio Carlini e non, come previsto inizialmente, al posto dei giardini delle Campanule, a Quarto. La notizia è emersa durante la commissione consiliare di questa mattina sul futuro del tpl in città. A confermare la volontà dell'amministrazione l'assessore alla Mobilità Matteo Campora: "Come sapete il Pums prevede la riqualificazione della rimessa Gavette, la riqualificazione della rimessa di via Montaldo ma anche una rimessa a levante. Questa rimessa nel progetto oggetto di finanziamento è prevista alle Campanule insieme a un parcheggio di interscambio - spiega l'assessore - ma in queste settimane è in corso una valutazione circa la fattibilità di una rimessa non alle Campanule ma al Carlini, come era già stato ipotizzato un decennio fa".

La svolta potrebbe essere colta positivamente dai comitati di cittadini di Quarto, da sempre contrari, come anche il municipio, all'ipotesi rimessa, tutta via rimarrebbe in piedi l'idea di una piastra per la sosta da 250 posti auto, strategica rispetto all'uscita dell'autostrada A12. "Farò un'interrogazione urgente per capire i dettagli e verificare il dimensionamento e l'impatto del parcheggio di interscambio - ha detto Cristina Lodi, Pd a margine della commissione - è una infrastruttura che rimane molto impattante e deve essere condivisa con il territorio e con il comitato".