Festival di Nervi, RecitalCanTango e l’omaggio “Genova Vita” di Fabio Armiliato

di Giulia Cassini

Il Festival Internazionale del Balletto e della Musica proseguirà fino al 2 agosto: il 29 luglio Eleonora Abbagnato

Musica, ballo, ma anche tutti gli ingredienti che rendono così unica la vita si sono mescolati sul palco del Festival di Nervi domenica 26 luglio, nella spettacolarità di un anfiteatro naturale da sogno e carico di storia per lo spettacolo RecitalCanTango di Fabio Armiliato. Atmosfere argentine, cariche di passione e di tensione verso l’altro, di attrazione e di pathos nel progetto artistico firmato dal famoso tenore insieme al pianista Fabrizio Mocata. Un’esperienza che ha preso le mosse proprio dal tango, ben valorizzato dall’Unesco quale “bene culturale immateriale patrimonio dell’umanità”.  Ben più di una danza che da sempre mescola le culture tra note nostalgiche e moti dell’anima, voce spesso di immigrati come quelli europei sulle rive del Rio della Plata all’inizio del Secolo Breve. “Il tango ci appartiene -commenta Fabio Armiliato con la voce narrante della serata (e nota cantante) Chiara Giudice- da Genova abbiamo visto partire i grandi bastimenti e le persone che hanno portato la nostra cultura al di là dell’Oceano…Ecco nel tango ritroviamo un po’ di noi oltre che la contaminazione con l’opera”. Due asset portanti dell’intero evento con tanto di scenografie d’epoca, cartoline di mondo che fu e testimonianza diretta della storia. 

Il progetto è stato presentato nel 2015 presso la Fondazione Arturo Toscanini di Parma, per poi andare in tournée in teatri e Festival internazionali, in occasione dell’ottantesimo della scomparsa di Gardel (ma ricorda tanti nomi a ritroso nel tempo come Francisco Canaro o anche Alfredo Le Pera che di Gardel fu paroliere) e del cinquantesimo della morte di Tito Schipa, tenore salentino passato alla storia tra i più noti autori tango.

Applausi calorosi del pubblico di intenditori e appassionati fin dall’inizio e commozione per la presentazione del brano Genova Vita, un’immersione emozionale nella Superba nato qualche mese fa e via via perfezionatosi. “E’ un brano nato nel lockdown -chiosa Fabio Armiliato- come canzone simbolo della rinascita: è doppiamente importante presentarla qui. Si tratta di un inno alla nostra città: la dedica è tutta ai genovesi e a chi ha la Superba nel cuore”.

Tra i prossimi eventi del Festival di Nervi Eleonora Abbagnato mercoledì 29 luglio  sarà la protagonista di Love, nuova creazione di Giuliano Peparini che debutta in prima assoluta come nuova produzione. L’étoile dell’Opéra de Paris nonché direttrice del Ballo del Teatro dell’Opera di Roma, apprezzata per la sua vigorosa tecnica e forza interpretativa, danzerà accanto a Hugo Marchand, étoile anche lui della grande compagnia parigina, in un lavoro che il regista/coreografo Peparini non esita a definire “una celebrazione dell’amore in tutte le sue varianti e sfaccettature”.

I biglietti sono acquistabili presso la Biglietteria del Teatro Carlo Felice, aperta dal martedì al venerdì dalle ore 11.00 alle ore 18.00 ed il sabato dalle ore 11.00 alle ore 16.00.

Nelle serate di spettacolo la biglietteria presso i Parchi di Nervi sarà aperta dalle ore 20.00 sino a 15 minuti dopo l’inizio di ogni spettacolo, con pagamento in contanti oppure con carte riconosciute (Bancomat, Carta di credito Visa e Mastercard).

In alternativa nelle biglietterie del circuito Vivaticket, del circuito Ticketone oppure online su: Ticketone.it, Happyticket, Vivaticket,

Tutte le informazioni qui