Spiaggia, gite e musei: la festa di San Giovanni per turisti e genovesi

di Chiara Sivori

I visitatori italiani e stranieri scelgono il centro storico e l'Acquario, mentre i "local" preferiscono il mare e le gite fuori porta

Il giorno di San Giovanni Battista all'insegna del bel tempo ha spinto i genovesi sulle spiagge, soprattutto nel levante cittadino. C'è anche chi ha optato per una gita fuori porta, sulle alture, anche per evitare l'affollamento in riva al mare: in tanti hanno scelto di spostarsi utilizzando lo storico "trenino" a cremagliera per Casella.

Nel centro storico della città, invece, si incontrano i primi turisti post lockdown, che sfidano il caldo per godersi le bellezze di Genova. Molti provengono da nord Italia, da Padova a Torino, ma non mancano i primi visitatori da oltre confine. Tra le mete più ambite spicca l'Acquario, preferito soprattutto dalle famiglie con bamabini che già in mattinata si sono affacciati al porto Antico in attesa del proprio turno per entrare. Gli stranieri invece sembrano preferire le bellezze artistiche e i musei, in particolare quelli di via Garibaldi.