Condividi:


Spezia, il ds Meluso: "Italiano non è distratto dalle voci, pensa alla salvezza"

di Maria Grazia Barile

"Siamo contenti del percorso, anche se con la Fiorentina è andata male. Dobbiamo continuare a metterci furore, cattiveria e buone prestazioni"

Il direttore sportivo dello Spezia Mauro Meluso, ha fatto il punto della situazione dopo la sconfitta con la Fiorentina: "Le guerre si vincono alla fine e i cavalli di razza si vedono al traguardo. Siamo contenti del percorso, anche se con la Fiorentina è andata male, se il campionato finisse oggi saremmo salvi. Purtroppo non è così, e dobbiamo continuare a metterci furore, cattiveria e buone prestazioni. Altrimenti sarebbe un delitto per noi stessi e per i nostri tifosi".

Il ds ha parlato a TMW Radio: "Abbiamo avuto una continuità di prestazioni che non mi è mai capitata da quando sono nel calcio. Quello è il dato che ci ha fatto e ci fa ben sperare. Con Torino, Parma e Cagliari ci sono stati comunque pareggi con  situazioni che si possono verificare. Col Parma per esempio abbiamo preso tre pali. Le prestazioni le abbiamo fatte ovunque, ma le vittorie forse le abbiamo raggiunte nelle occasioni più eclatanti". Su Italiano e le tante voci che lo vorrebbero presto lontano da Spezia, Meluso non ha dubbi: "Sappiamo che è seguito, penso pure che sia giusto così, ma posso dire che queste voci non lo distolgono dal suo reale obiettivo, che è quello della salvezza. Vogliamo comunque che si spengano i riflettori, prima salviamoci, poi potremo parlare di futuro. Però vedo che lui riesce a isolarsi, e non ho dubbi sul fatto che ci metterà il massimo dell'impegno".