Condividi:


Spezia, Italiano: "Prandelli è stato il primo a darmi fiducia, lo saluterò volentieri"

di Maria Grazia Barile

Il tecnico aquilotto sottolinea le difficoltà della sfida di domani: "La Fiorentina è indietro in classifica e deve fare i tre punti"

Alla vigilia della trasferta di Firenze, il tecnico spezzino Italiano torna al successo con il Milan: "Siamo reduci da tre punti importanti per la classifica, che all’inizio erano inaspettati. Ce li prendiamo, così come la prestazione nata durante la preparazione alla gara. La grande attenzione ci ha permesso di affrontare una corazzata nella maniera migliore. Siamo soddisfatti ma penso che quella preparazione sia anche frutto di quanto fatto per le partite precedenti".

In vista di Firenze l'infermeria si è svuotata: "Stanno quasi tutti bene, i problemi sono alle spalle. Nzola, Piccoli e Ferrer sono alla prima settimana con il gruppo e dalla prossima saranno a pieno regime e pienamente a disposizione. Per ora siamo contenti di averli con noi. Perdiamo Bastoni ed Erlic per squalifica, ma siamo in tanti e fra qualche giorno recupereremo Terzi e Farias. Abbiamo tante armi e il gruppo è compatto”.

Italiano ritroverà Prandelli, legato al suo passato da giocatore a Verona: "Saluterò il mister molto volentieri, è stato il primo a darmi piena fiducia in due anni spettacolari. Mi aspetto una squadra che deve ottenere il massimo in palio perché è indietro in classifica, dovranno attaccare e portare a casa i tre punti. Noi dovremo affrontarla con la massima attenzione e con la concentrazione giusta per cercare di non andare incontro a una serata spiacevole".