Condividi:


Moneglia, cuoco di 33 anni si getta sui binari per disperazione: era rimasto senza lavoro

di Alessandro Bacci

La Polfer ha avviato le indagini. L'uomo era disoccupato a causa della pandemia. Minuto di silenzio dei ristoratori a Genova

Era un cuoco di 33 anni rimasto senza lavoro l'uomo che questa mattina si è gettato sui binari della ferrovia a Moneglia. Il fatto è accaduto intorno alle 10, davanti alla stazione. L'uomo lavorava come cuoco in un albergo prima dello scoppio della pandemia che ha messo in ginocchio il settore. 

La Polfer ha immediatamente avviato le indagini per comprendere l'esatta dinamica dell'incidente mortale. L'uomo è finito sui binari al passaggio dell'Intercity Milano-Livorno. Una tragedia che arriva nel giorno in cui i ristoratori esasperati dalle chiusure scendono nuovamente in piazza a Genova. I manifestanti hanno effettuato un minuto di silenzio in suo onore una volta appresa la tragica notizia.

Il gesto di un ragazzo che non è riuscito a reggere il peso della pandemia. Le indagini proseguiranno per capire se questa è stata la reale motivazione che ha spinto il 33enne al suicidio. Di certo nei paesi della Riviera la crisi a causa del covid è ancora più accentuata, soprattutto per quelle località che hanno sempre vissuto di turismo come Moneglia.