La genovese Camilla Pizzorno vince la IX edizione dei mondiali di pesto al mortaio

di Anna Li Vigni

"Torniamo in presenza dopo anni segnati dalla pandemia e il fatto di esserci ritrovati a Palazzo Ducale per celebrale il nostro basilico è una grande vittoria"

E' la genovese Camilla Pizzorno la vincitrice della IX edizione del campionato mondiale di pesto genovese al mortaio.

"Dedico questa vittoria a mia nonna. Mi ha insegnato lei a preparare il pesto,. Abbiamo mangiato pasta al pesto per mesi mentre mi esercitavo per questa sfida. Il mortaio con cui ho parteciopato lo abbiamo trovato in una villa abbanodionata", racconta Camilla, la giovanissima campionessa del pesto genovese. 

 

Il pesto è la salsa più conosciuta al mondo dopo quella al pomodoro, quindi non possiamo parlare di un semplice condimento ma di una bandiera non solo della Liguria ma del nostro Paese, perché all’interno dello scrigno del mortaio c’è il profumo e il sapore della nostra terra, la sapienza e la tradizione italiana”, così il presidente della Liguria Giovanni Toti presente all'evento internazionale. 


Torniamo in presenza dopo anni segnati dalla pandemia e il fatto di esserci ritrovati a Palazzo Ducale per celebrale il nostro basilico è una grande vittoria. Qui oggi ci riappropriamo delle tradizioni culinarie della Liguria, celebrando un’eccellenza dell’ agroalimentare che rende speciale la nostra terra, a tratti aspra e difficile da lavorare ma per questo ancor più affascinante”, ha aggiunto il Governatore Giovanni Toti.