"Il vaccino uccide, nazisti maledetti": imbrattato l'hub di Camporosso

di Alessandro Bacci

Insulti anche al presidente Toti: "Ennesimo inqualificabile gesto compiuto da chi rappresenta una sparuta, irresponsabile e violenta minoranza"

"Il vaccino uccide, nazisti maledetti": imbrattato l'hub di Camporosso

Per la terza volta l'hub vaccinale di Camporosso (Imperia) è stato imbrattato da vandali con scritte contro i vaccini e contro il presidente ligure Giovanni Toti.

"Il vaccino uccide, nazisti maledetti" è una delle frasi con le quali ignoti hanno imbrattato con uno spray di colore rosso i muri e i cartelli della segnaletica verticale. Si tratta già della terza volta che viene preso di mira il centro, che sorge al Palabigauda. Indagini sono in corso per risalire ai colpevoli e, in questo caso, potrebbero rivelarsi utili le telecamere del circuito di videosorveglianza cittadino.

Ferma condanna da parte del presidente della Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti dopo l’atto vandalico di questa notte a Camporosso: “Si tratta dell'ennesimo inqualificabile gesto compiuto da chi rappresenta una sparuta, irresponsabile e violenta minoranza della Liguria e del Paese - ha spiegato il presidente Toti - e offende il lavoro di coloro che sono stati in prima linea durante tutta la pandemia, impegnati a salvare vite e nella più grande campagna vaccinale di tutti i tempi, anche a Camporosso, dove uomini e donne ogni giorno combattono per la nostra libertà, quella di un mondo senza virus. "Il vaccino uccide. Toti porco Nazista". Leggere certe scritte fa male, ancora di più se accostate al nome di Giovanni Falcone. “Chi tace e piega la testa muore ogni volta che lo fa”, diceva Falcone, ed è proprio seguendo l'esempio di italiani come lui che andiamo avanti a testa alta nella battaglia contro il Covid. Le scritte sono già state rimosse da sindaco Davide Gibelli, che ringraziamo, e auspico che gli organi competenti riescano ad individuare rapidamente i responsabili di questo grave atto di vandalismo.La campagna vaccinale proseguirà con maggior determinazione, sempre più convinti, e supportati dai numeri, che il vaccino sia l’unico modo per sconfiggere la pandemia. La Liguria è sempre più schermata dalla parte della scienza”.

"Queste persone mortificano anche il pensiero di coloro che hanno deciso di non vaccinarsi. Da una parte, infatti, rivendicano la libertà di non vaccinarsi, ma così facendo limitano pure la libertà di chi ha scelto il contrario". Così il sindaco di Camporosso, Davide Gibelli, commenta l'ennesimo episodio di vandalismo ai danni dell'hub vaccinale del Palabigauda dove la scorsa notte ignoti hanno scritto frasi contro i vaccini e il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, imbrattando i muri e la segnaletica verticale. "Se una persona decide di non vaccinarsi, perché è convinta, posso non condividere ma la rispetto - dice il sindaco -. Tuttavia, non insulto nessuno e non vado a imbrattare il patrimonio pubblico, facendo passare delinquenti i non vaccinati".