Condividi:


"Vaccino uguale morte": no vax imbrattano l'hub vaccinale di Taggia

di Marco Innocenti

Era già successo lo scorso 13 agosto a Camporosso. Anche stavolta la 'firma' con la W inscritta nel cerchio

Guarda la galleria

L'hub vaccinale di Taggia in provincia di Imperia è stato imbrattato, nella notte, da ignoti che hanno deturpato muri e cartelli della segnaletica con scritte contro i vaccini. Un caso analogo era accaduto, lo scorso 13 agosto, al centro di Camporosso (Imperia). Ma in questo caso, sempre utilizzando uno spray di colore rosso, hanno commesso più danni. "Il vaccino uccide, green pass è la morte della Costituzione" oppure "Vaccino uguale morte", sono alcune delle scritte. L'Asl 1 Imperiese ha già presentato denuncia all'autorità giudiziaria. Non è ancora possibile stabilire se si tratti della stessa mano di Camporosso o di altre persone. Anche in questo caso è stato più volte rappresentato il 'logo' dei novax: la "W" inscritta in un cerchio.

"E' l’ennesima grave mancanza di rispetto verso i medici e gli operatori sanitari che ogni giorno, feste comprese, lavorano per tutelare la salute di tutti i cittadini - ha commentato il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti - Un’offesa anche ai liguri che hanno scelto di mettersi in sicurezza tutelando se stessi e gli altri. Per questo il gesto di maleducazione e inciviltà che si è verificato a Taggia, il secondo dopo che qualche giorno fa era stato imbrattato il centro vaccinale di Camporosso, non deve passare sotto silenzio e mi auguro che i responsabili paghino per questo atto vile”.

Galleria