Il temporale imbianca Genova: non è neve ma graupel

di Alessandro Bacci

"Sta nevicando, sta grandinando", sui social si sono scatenati i genovesi. In realtà la spiegazione è scientifica

Il temporale imbianca Genova: non è neve ma graupel

Un forte temporale ha colto Genova di sorpresa. "Sta nevicando, sta grandinando": i cittadini hanno segnalato anche delle imbiancate in città. In realtà si tratta del graupel, un fenomeno che già in passato abbiamo imparato a conoscere. Conosciuta anche come neve tonda, è un tipo di precipitazione solida, costituita da granelli di ghiaccio bianchi e opachi di forma sferica del dimetro di circa 2-5 mm. Questi grani sono facilmente comprimibili e rimbalzano quando arrivano al suolo.

La precipitazione, inizialmente sotto forma di neve, ha origine da nuvole come stratocumuli o cumulonembi e attraversando uno strato di atmosfera relativamente più caldo, i fiocchi si fondono, ma non completamente. Il fiocco di neve conserva così parte della sua struttura originaria ma nel frattempo si arrotola su se stesso e si può ricoprire di uno strato di ghiaccio per la presenza di goccioline di acqua sopraffusa che si "aggregano" al fiocco. Le condizioni favorevoli sono in genere create dal passaggio di un vortice freddo in quota ( valori fin sotto i -30°C oltre i 5500m ): in questo contesto infatti si generano più facilmente rovesci temporaleschi che possono scaricare l'aria fredda improvvisamente nei bassi strati, accompagnando la precipitazione sottoforma di graupel o neve tonda.