Al Galata Museo del Mare tra promozioni e novità

di Redazione

Le tariffe speciali e la riapertura del Sommergibile Nazario Sauro in piena sicurezza

Al Galata Museo del Mare tra promozioni e novità

Da giovedì 11 giugno il sommergibile Nazario Sauro, l’unico in Italia a poter essere visitato in acqua, riapre i battenti per una visita in sicurezza. Per l’occasione tutti coloro che, dopo aver visitato il Museo, vorranno salirci a bordo potranno usufruire della tariffa speciale “Museo + Sommergibile” a €10. La promozione è valida fino al 30 giugno su tutti i biglietti. Gli orari di visita sono il giovedì e venerdì dalle ore 11,30 alle ore 18,00; sabato e domenica dalle ore 11,30 alle ore 19,00. Ultimo ingresso mezz’ora prima della chiusura.

Ma le promozioni di giugno non finiscono qui: sempre da giovedì 11 giugno e fino al 30 giugno sarà valida la promozione “Famiglia” che prevede l’ingresso gratuito al Galata Museo del Mare (solo Museo) per i ragazzi dai 4/12 anni (massimo due) accompagnati da almeno un adulto (a tariffa intera). Oltre al percorso espositivo, le famiglie – prenotando al numero di telefono 0102345655 -  potranno partecipare alla visita guidata in chiave “Geronimo Stilton” a cura del personale didattico del Museo.

Per quanti, liguri e non, intendono unire la visita del Galata Museo del Mare a quella dell’Acquario di Genova per una completa “immersione” nel mondo marino e della navigazione, fino al 14 giugno è in corso la promozione sul biglietto congiunto GalatAcquariodisponibile sui siti del Museo e dell’Acquario oltre che in cassa alla tariffa straordinaria di € 20 su tutti i biglietti; dal 15 al 30 giugno la tariffa unica sarà di €30, incluso due ragazzi dai 4/12 anni gratuiti.

 Il Galata Museo del Mare sarà visitabile dal giovedì alla domenica nei seguenti orari: giovedì e venerdì 11 – 18; sabato e domenica 11 – 19. Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura.

Per evitare eventuali code in biglietteria, il Museo invita il pubblico ad acquistare i biglietti sul sito www.galatamuseodelmare.it.

Modalità di visita del Sommergibile Nazario Sauro e del Galata Museo del Mare

Per garantire la corretta fruibilità da parte del pubblico l’attesa per l’ingresso al sommergibile sarà fuori dal battello in idonea passerella appositamente segnata per mantenere il distanziamento necessario. Le modalità di accesso sono indicate da appositi cartelli. Il numero massimo consentito per l’accesso al sommergibile è di 10 visitatori contemporaneamente. Lungo il percorso saranno segnati il massimo delle capienze per rispettare il distanziamento anche nelle zone di passaggio ristretto. Potrà accedere al sommergibile un visitatore per volta, fatto salvo per i nuclei familiari che possono accedere insieme. Prima di accedere al Sommergibile il visitatore dovrà: indossare la propria mascherina, disinfettarsi le mani con il gel messo a disposizione, indossare i guanti, la cuffia sotto casco e il casco igenizzato forniti dall’addetto. Per motivi di sicurezza è momentaneamente sospeso l’utilizzo dell’audioguida interattiva.

In questo periodo, per garantire il rispetto delle norme sul distanziamento sociale e la massima sicurezza dei visitatori, all’ingresso del Museo viene rilevata la temperatura corporea, sono a disposizione dispenser di gel igienizzante lungo il percorso per consentire la disinfezione delle mani, viene segnalata tramite apposita segnaletica la posizione da mantenere nel corso della visita davanti ai diversi exhibit o indicato il numero massimo di persone che possono sostare nelle diverse sale. La mascherina è da indossare obbligatoriamente per l’intera durata della visita.

L’esperienza di visita del Nazario Sauro in breve

La visita parte dalla poppa, dalle sedi dei due diversi motori del Nazario Sauro, i motori diesel, per la navigazione in superficie e a snorkel, e i motori elettrici, per quella silenziosa, sott’acqua. Dai locali tecnici, si passa agli alloggiamenti dei sottufficiali e degli ufficiali, agli spazi comuni, come la sala mensa, in corrispondenza della quale si trova la sala radio, e la cucina, dove si può comprendere quanto fosse affollato un battello del genere. Certamente il cuore della visita è rappresentato dalla Camera Manovra, dove sono situati i controlli direzionali, i sensori, i sistemi di attacco e i periscopi. Il locale mensa, invece, è il luogo dove si consumavano i pasti e si svolgevano le attività ricreative quali visione film, giochi con le carte. Infine, il locale prodiero, dove uomini e siluri vivono insieme: si dorme e ci si fa la doccia (quando è possibile) a fianco dei siluri. E proprio i sei tubi lanciasiluri, con i loro portelli smaltati di bianco e il dedalo dei tubi d’aria compressa, rappresentano l’ultima immagine che il visitatore percepisce, prima di tornare in superficie, alla luce del sole, all’aria aperta.