Coronavirus, le opposizioni attaccano: "In Liguria superati i 2mila morti, ma per Toti va tutto bene"

di Redazione

Tosi: "Nel mese di ottobre in Liguria sono stati registrati 205 morti a causa del covid, nei primi dieci giorni di novembre i morti sono già 212"

Coronavirus, le opposizioni attaccano: "In Liguria superati i 2mila morti, ma per Toti va tutto bene"

Consiglio regionale monotematico chiesto dalle opposizioni per discutere sulla gestione del sistema sanitario durante l'emergenza coronavirus. "La Liguria ha superato i duemila morti, ma secondo la Giunta Toti va tutto bene, non va tutto bene - dice il consigliere Roberto Arboscello (Pd-Articolo Uno) - Gli ospedali sono al completo e non ci sono posti disponibili per i pazienti no covid. Il tracciamento è saltato, i servizi territoriali sono sguarniti di personale, così come gli uffici di igiene. Vediamo persone sulle barelle per giorni nei corridoi dei nostri pronto soccorso". "Solo il 50% delle fasce fragili in Liguria hanno avuto il vaccino influenzale", commenta il consigliere Davide Natale (Pd-Articolo Uno).

"Nel solo mese di ottobre in Liguria sono stati registrati 205 morti a causa del covid, nei primi dieci giorni di novembre i morti sono già 212. - rimarca il capogruppo M5S Fabio Tosi - La Giunta Toti e Alisa hanno preso alla leggera la situazione nei mesi estivi. E' mancata una seria pianificazione, è mancata la
prevenzione e stanno mancando anche le cure a patologie non covid come quelle tumorali".

Il capogruppo di Linea Condivisa Giovanni Pastorino ha presentato un ordine del giorno per chiedere il commissariamento dell'ospedale San Martino di Genova. "E' stato allestito un ospedale da campo davanti al pronto soccorso quando era possibile trovare alternative nel perimetro ospedaliero - sostiene Pastorino - In Liguria la gente non è stata curata a casa è stata abbandonata a se stessa, sono numerose le testimonianze di malati covid rimasti dieci giorni a casa in attesa che gli facessero un tampone".