Telefonata Toti- Castellucci, il Pd ligure chiede al presidente di riferire in consiglio regionale

di Redazione

"Toti faccia chiarezza in consiglio sui dialoghi riportati dalla stampa con l'amministratore delegato di Aspi", chiede il partito in una nota stampa

Telefonata Toti- Castellucci, il Pd ligure chiede al presidente di riferire in consiglio regionale

Il Partito Democratico ligure attacca il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti sulla telefonata del 2018 nella quale  lui e l'ex amministratore delegato Giovanni Castellucci (ora ai domiciliari per l'inchiesta sulle barriere fonoassorbenti nelle autostrade liguri) avrebbero discusso di una possibile partecipazione di Aspi nella banca genovese Carige.

"I dialoghi riportati dalla stampa tra il Presidente della Regione Liguria Toti e l'Ad di Aspi Castellucci sono offensivi per i genovesi, i liguri e le vittime del crollo del Ponte Morandi". Lo dichiarano il Gruppo Pd Regione Liguria e la Segreteria Pd Liguria in una nota.

"Oltre al giudizio etico, fanno emergere fatti politici gravi su cui chiediamo che venga fatta chiarezza in Consiglio Regionale - aggiungono -. Mentre la struttura commissariale del Governo ricostruiva il ponte, Toti si rendeva disponibile a farsi "facilitatore" con Castellucci, amministratore delegato del concessionario delle autostrade liguri. I cittadini possono essere sicuri che in questi due anni la Regione abbia svolto in modo accurato le sue funzioni di controllo sulla qualità delle manutenzioni e dell'esercizio delle infrastrutture liguri mentre il Presidente con disinvoltura dialogava su Carige? Di questo pensiamo sia necessario che Toti dia spiegazione ai liguri, con una informativa in Consiglio Regionale e riteniamo che le risultanze delle inchieste su Aspi emersi in queste esigano che lo Stato non esiti oltre e chiuda definitivamente questa pagina".