Genova, New York Classical Music Society e Bryansk Governor’s Symphony in una cascata di note per tutti

di Giulia Cassini

Due straordinari eventi con accesso libero regalati alla città

La musica è meritocrazia, premia la volontà, il sacrificio, il talento. Suonare in un’orchestra è sinonimo di comunione d’intenti; nessuno può andare in un’altra direzione, regna l’armonia partecipativa. Ecco perché non vi è nulla di più universale di  concerti come quelli in programma nei prossimi giorni a Genova.

Si tratta dell'evento di venerdì 6 marzo alle 18 nel salone del Conservatorio Paganini con i solisti della New York Classical Music Society (SeungHee Cha - soprano, YouKyong Julia – violino, Dokjin Oh – viola, Giovanni Ricciardi – violoncello, Lynn Czae –pianoforte, Andrea Cardinale –violino, eseguiranno musiche di Giacomo Puccini, Charles Gounod, Robert Schumann, Ludwig van Beethoven, Franz Joseph Haydn e di Carla Magnan, docente al Paganini e Ambasciatrice di Genova nel Mondo) e poi, nella formazione al completo con altri brani, dello straordinario gala all'Auditorium Porto Antico il 9 marzo ore 18. 

Proprio la decisione della New York Classical Music Society di New York di tenere il suo concerto di gala, ogni anno rappresentato in una parte diversa di mondo, a Genova, all’ Auditorium del Porto Antico riveste un’importanza particolare. “E’ ancora più pregnante questo rinnovarsi della città alle attività culturali che le competono per vocazione -spiega l’assessore del Comune di Genova Barbara Grosso- una grande occasione di confronto e un momento di spessore con musicisti di fama internazionale e programmi poco battuti, di importanza lirica e virtuosistica. Sono sicura che verrà apprezzato dagli amanti della classica, ma anche dagli intenditori”.    

Un concerto di gala definito “spettacolare” sia per la composizione del programma sia per il fatto che una società americana si presenti in concerto con un’ orchestra russa.  Si tratta della Sinfonia dal Nabucco di Giuseppe Verdi, di brani dalla Bohéme di Giacomo Puccini e da Romeo e Giulietta di Charles Gounod, del secondo movimento del concerto per pianoforte n.2 di Camille Saint-Saëns, del doppio concerto per violino e viola op. 88 di Max Bruch, del terzo movimento del concerto per violino e delle Variazioni Rococò per violoncello e orchestra di Čajkovskij.


Di fatto per l'occasione si assisterà alla collaborazione dell’ Orchestra del Governo di Bryansk (Russia) con 50 elementi e 5 solisti di fama internazionale fra cui il direttore della stessa New York Classical Music Society, la pianista Lynn Czae e il violoncellista genovese Giovanni Ricciardi, dal 2015 rappresentato in America dalla stessa società e figura di spicco per il progetto che ha coinvolto la città.

Inoltre, durante la serata al Porto Antico, verrà consegnato alla New York Classical Music Society, rappresentata da Lynn Czae, il prestigioso Premio Pavlova, consegnato ad operatori del settore artistico che si sono distinti nella promozione e nel sostegno dell’arte a favore dello scambio tra culture di diversi popoli, grazie alla collaborazione dell’Ambasciatrice di Genova nel Mondo Dina Kotelnikova. 

"Grazie al Sindaco Marco Bucci, all'Assessore Barbara Grosso, a tutti gli uffici del Comune coinvolti  per aver accolto questo progetto -ribadisce il violoncellista Ricciardi- poi al Conservatorio Paganini, al Teatro Nazionale, alla Gog, al Teatro Carlo Felice e a Palazzo Ducale. Mi preme ricordare che nell'evento al Conservatorio verrà eseguita anche una composizione di Carla Magnan di rara bellezza, che merita un ascolto approfondito".  

 

Come da aggiornamento del 5 marzo a seguito del contenimento del Coronavirus l'evento in Conservatorio si svolgerà a porte chiuse in streaming, mentre per l'evento di gala sono attesi aggiornamenti ufficiali sul sito dedicato (http://www.visitgenoa.it/evento/concerto-di-gala-genova-con-la-bryansk-governors-symphony-orchestra).