Condividi:


Comune Genova, Bordilli: “Il senso di comunità ed il nostro impegno in aiuto a commercio e ristorazione”

di Antonella Ginocchio

Per fronteggiare la crisi economica provocata dal coronavirus, l’assessore al commercio annuncia anche nuovi sgravi Tari per i ristoratori

L’assessore comunale al commercio, Paola Bordilli, ai microfoni di Telenord sottolinea lo sforzo fatto dal Comune per valorizzare i piccoli negozi di vicinato, con l’iniziativa “Compro sotto Casa”, condotta insieme a Confcommercio, e per far conoscere le botteghe storiche. A queste ultime, presenti sul mercato da almeno 70 anni, nelle prossime settimane sarà consegnata un’apposita targa.

“Puntiamo molto sul senso di comunità, che porta i cittadini a sceglier il negozio vicino a casa e legato alle tradizioni “, ha detto Bordilli, evidenziando che tutto questo è di grande  aiuto ai piccoli negozi, alle prese con la crisi provocata dall’emergenza coronavirus. Ed i genovesi, secondo quanto rimarcato dall’assessore, stanno dimostrando di apprezzare i negozi che si trovano vicino a casa.

Le preoccupazioni maggiori  arrivano dal settore ristorazione: bar e ristoranti pagano il fatto di dover chiudere al pubblico alle 18, con la sola eccezione per l'asporto.

“Stiamo lavorando per assicurare al settore della ristorazione una ulteriore riduzione della Tari, pari al 20 per cento,  in aggiunta a quella già applicata", annuncia l'assessore che spiega:  “Siccome le tariffe a livello nazionale sono già state fissate, il Comune interverrà con una sorta di contributo". In questo modola sarà complessivamente di circa il 45 per cento.

Per l’assessore è necessario, comunque, che dal governo, insieme agli aiuti, arrivino anche linee guida precise, in tempi utili.

L’assessore ha quindi ribadito che l’amministrazione sa lavorando con i Civ per le luminarie natalizie.