Cogoleto, la condanna di Toti: "Offesa la memoria delle vittime della follia criminale nazifascista"

di Redazione

Il governatore: "Da Presidente di Regione ritengo che nessuno debba permettersi comportamenti simili". Sansa: "Inviato un esposto al Prefetto"

Cogoleto, la condanna di Toti: "Offesa la memoria delle vittime della follia criminale nazifascista"

"Quello che è accaduto a Cogoleto non è tollerabile e va condannato, senza se e senza ma. I consiglieri che durante il Consiglio comunale hanno fatto il saluto romano oltre a commettere un reato, hanno offeso nel giorno della Memoria tutte le vittime della follia criminale nazifascista. Da Presidente di Regione ritengo che nessuno debba permettersi comportamenti simili, a maggior ragione i rappresentanti delle istituzioni, in nessuna giornata, non solo in quella della Memoria. Bene ha fatto il sindaco Paolo Bruzzone a condannare prontamente e condivido le sue parole dalla prima all'ultima".

Lo scrive il presidente Giovanni Toti sulla sua pagina Facebook intervenendo su quanto accaduto ieri nel consiglio comunale di Cogoleto, e denunciato sui social dal sindaco della città Paolo Bruzzone.

Dello stesso punto di vista anche tutti i gruppi dell'opposizione in Regione: "Condanniamo con forza il gesto del saluto romano di alcuni consiglieri comunali di Cogoleto avvenuto durante le commemorazioni della Giornata della Memoria. Abbiamo inviato un esposto al prefetto, la dottoressa Carmen Perrotta perché si faccia luce sulla vicenda", così i gruppi Sansa Presidente, Linea Condivisa, M5S e PD sui saluti romani fatti ieri da alcuni consiglieri del comune di Cogoleto.  "Un gesto grave perché avvenuto proprio nel giorno del ricordo delle vittime della Shoah e contrario a quanto stabilito dalla Costituzione. Per questo - concludono i gruppi - chiediamo al Prefetto di intervenire nei confronti dei consiglieri che si sono resi protagonisti di tale comportamento".