Ventimiglia, il sindaco Scullino: "Governo e Regione aiutino chi ha perso tutto"

di Redazione

51 sec

"I negozi in centro hanno avuto un metro e mezzo di fango", dichiara Sergio Scibilia di Confesercenti. "In ginocchio 300-400 commercianti"

A tre giorni dalla piena del Roja che ha devastato la città, a Ventimiglia continua la conta dei danni. Oltre alle tante utenze elettriche non ancora ripristinate, ai danni alle tubature delle acque nere e alle strade invase dal fango, preoccupa la situazione dei commercianti. 

"Erano appena arrivate le merci per la nuova stagione, c'erano gli scatoloni pieni nei negozi", racconta il sindaco Gaetano Scullino. "Governo e Regione devono aiutare chi ha perso tutto". 

"Tra i 300 e i 400 commercianti sono in ginocchio", sottolinea il segretario provinciale di Confesercenti Imperia Sergio Scibilia. "Nel centro storico, il salotto della città, i negozi si sono trovati un metro e mezzo di fango"

Confesercenti ha già preso delle misure per aiutare gli esercenti della città. "Abbiamo distribuito i primi moduli per richiedere i danni. Raccomando a tutti di fare le foto, sono fondamentali per il risarcimento", avverte Scibilia. "Inoltre un gruppo di tecnici di Ventimiglia, circa una decina, si sono offerti di fare le perizie grati. Li ringrazio moltissismo".