Condividi:


Trovate due salme del cimitero di Camogli nelle acque di Vesima e Quarto

di Alessandro Bacci

I pompieri stanno utilizzando l'elicottero per setacciare le acque, di fronte a Quinto ritrovate alcune parti delle bare

I vigili del fuoco hanno recuperato un cadavere in avanzato stato di decomposizione al largo di Vesima, subito dopo Genova Voltri. Con ogni probabilità si tratta di una salma dispersa dopo il crollo del cimitero di Camogli, lunedì scorso, con 200 feretri finiti molti sulla scogliera e alcuni in mare.

I pompieri hanno organizzato una perlustrazione con l'elicottero nel tratto di mare compreso tra Camogli e Genova dopo che parti di bare sono state avvistate davanti a Quinto, altra località genovese. I pompieri pensano che le correnti stiano spostando i feretri verso il ponente.

Una seconda salma è stata ritrovata dai vigili del fuoco nel pomeriggio in mare a Quarto, a Genova, all'altezza del monumento dei Mille. Anche in questo caso si tratterebbe di uno dei corpi dispersi dopo il crollo del cimitero di Camogli. I pompieri hanno ritrovato pezzi di bare anche a Quinto. Le operazioni proseguiranno ancora domani per provare a recuperare quanti più corpi possibile.