Condividi:


Cimitero Camogli, Toti firma la richiesta per lo stato di mobilitazione

di Alessandro Bacci

Procedura legata ad un'emergenza locale ma di dimensioni sovraregionali. Si attende anche l'impiego del reparto speciale Comsubin della Marina

Per il crollo di parte del cimitero di Camogli, con conseguente scivolamento verso il mare di circa duecento loculi e altrettanti feretri, il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti ha firmato una richiesta di Stato di Mobilitazione del Servizio nazionale di protezione Civile. Si tratta di una procedura legata ad un'emergenza locale ma di dimensioni sovraregionali per le forze da mettere in campo e per questo viene richiesto l'impiego di "strutture operative nazionali specializzate e dotate delle professionalità, competenze e attrezzature non disponibili presso le risorse locali, territoriali e regionali già dispiegate" scrive Toti.

Tra queste forze si attende anche l'impiego del reparto speciale Comsubin della Marina Militare. Intanto nelle prossime ore partirà l'intervento a monte, di cui si occupa direttamente il comune di Camogli, per la demolizione di quei loculi ancora in bilico sulla frana. Per questa operazione sarà necessario posizionare un'autogru sulla provinciale che da domani verrà chiusa al traffico dalle 8:00 alle 18:00: in pratica chi proviene da Recco, o da Camogli si dirige in senso opposto, dovrà percorrere l'Aurelia.