Toti: "Draghi ha ridato linfa alla politica, non farà mai ciò che fece Monti"

di Redazione

"L'aria di centro faccia propria l'eredita politica dell'attuale azione di governo"

Toti: "Draghi ha ridato linfa alla politica, non farà mai ciò che fece Monti"

ll presidente della Liguria Giovanni Toti, fondatore di Cambiamo e co-fondatore di Coraggio Italia, ha spiegato in un'intervista al Corriere della Sera il suo pensiero sul possibile ingresso in politica di Mario Draghi. "Chi immaginava che Draghi potesse lanciarsi in una avventura politica nel 2023 sbagliava i conti, forse è stato solo un sogno di qualcuno ma non rientra nella storia personale dell'ex governatore della Bce".

Per il presidente Toti, Draghi "non farà mai quello che ha fatto Monti, anche perché quell'esperienza induce chiunque a non ripeterla". Con la nuova area di centro "non ci siamo mai rivolti a Draghi. Altra cosa è che l'area di centro faccia propria l'eredità politica dell'azione di governo". L'arrivo di Draghi a Palazzo Chigi "ha comportato un cambio di paradigma, ha chiuso l'epoca dei partiti di piazza, della velleitarietà di alcuni movimenti populistici che avrebbero voluto aprire il Parlamento come una scatoletta di tonno salvo poi distinguersi per un'azione di governo assai modesta".

Inoltre "l'arrivo di Draghi ha riportato la politica in un corretto binario, un sano rapporto con l'Europa, l'approvazione di riforme centrali e fondamentali, penso a quella sulla giustizia approvata in Consiglio dei ministri". A oggi "il centro è più un'evocazione suggestiva che una realtà concreta. Occorrerà vedere quante saranno le volontà che vorranno costruire questo progetto". Toti auspica "un governo che continui a governare come quello attuale".