Condividi:


Tokyo 2020, primi 3 atleti positivi al Covid alle Olimpiadi: cresce la preoccupazione

di Alessandro Bacci

Due sono calciatori sudafricani, i Giochi inizieranno il prossimo 23 luglio. In Giappone cresce l'impopolarità per l'evento

Sono due calciatori sudafricani i primi atleti risultati positivi al coronavirus all'interno del villaggio olimpico di Tokyo, dove tra cinque giorni iniziano i Giochi. Ieri sono stati registrati 15 contagi da Covid a Tokyo tra le persone legate in vari modi ai Giochi, tra cui il primo caso segnalato all'interno del Villaggio Olimpico: i casi odierni sono i primi invece che riguardano gli atleti. La Federcalcio sudafricana, secondo quanto riferisce la Bbc, ha confermato i nomi di Thabiso Monyane e Kamohelo Mahlatsi.

Ieri è emersa anche la positività di un opinionista tv sudafricano, Mario Masha. Tutto il team è stato messo in quarantena in attesa di ulteriori risultati dei test, mentre è risultato positivo un terzo atleta residente fuori dal villaggio

I primi casi tra gli atleti aumenta l'allarme sui Giochi Olimpici così come la preoccupazione degli organizzatori e del Comitato olimpico internazionale, che devono anche fare i conti con la crescente impopolarità dell'evento a cinque cerchi tra la popolazione giapponese vista la situazione legata alla pandemia.

I Giochi Olimpici si svolgeranno dal 23 luglio all'8 agosto, nel pieno del quarto stato di emergenza di Tokyo per il coronavirus, iniziato il 12 luglio e che terminerà il 22 agosto, due giorni prima dell'inizio della celebrazione dei Giochi Paralimpici.