Spezia-Juventus, Allegri: "Se guardo la classifica è uno scontro salvezza"

di Alessandro Bacci

Il tecnico provocatorio: "Dobbiamo cominciare a vincerne una, poi vedremo. E' da 60 anni che la Juve non aveva due punti dopo quattro giornate"

Spezia-Juventus, Allegri: "Se guardo la classifica è uno scontro salvezza"

"E' da 60 anni che la Juve non aveva due punti dopo quattro giornate: abbiamo bisogno di una vittoria, così vedremo le cose in maniera diversa": il tecnico bianconero, Massimiliano Allegri, analizza la falsa partenza. "Domani affronteremo una squadra sbarazzina - la presentazione dello Spezia - e senza particolari preoccupazioni: servirà una partita sul loro livello sul piano mentale e sulla corsa, poi alla lunga usciranno le qualità tecniche".

"Non vorrei guardare la classifica, ma se la vedo è inevitabile dire che quello di domani è uno scontro salvezza: bisogna essere realisti": il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, presenta così la sfida contro lo Spezia. "Dobbiamo cominciare a vincerne una, poi vedremo - aggiunge l'allenatore in conferenza stampa - e dobbiamo fare un passo alla volta".

A proposito del video in cui, all'uscita dal campo dopo Juve-Milan, in cui Massimiliano Allegri era furioso con la sua squadra, il tecnico oggi ha spiegato: "Anche io sono umano e il riferimento era per chi entra dalla panchina: bisogna sempre farsi trovare pronti, chi entra deve essere determinante perché non possiamo rischiare di giocare in dieci".

"Domani ci saranno dei cambi: ci sono alcuni giocatori che vengono da 6-7 partite di fila, ci saranno rotazioni": così il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, sulla scelte di formazione in vista della trasferta a La Spezia. "Non ci sarà Chiellini - l'annuncio dell'allenatore - perché era un po' febbricitante e preferisco lasciarlo a casa".