Condividi:


Sampdoria, Cassano si commuove: "Avrei voluto un padre come Garrone"

di Alessandro Bacci

L'ex attaccante blucerchiato: "È stata la persona che più mi ha segnato, gli volevo un bene dell'anima e gliene vorrò sempre"

Antonio Cassano torna a parlare del suo passato alla Sampdoria e soprattutto del suo rapporto con l'ex presidente Riccardo Garrone. L'addio dalla società blucerchiata, dieci anni fa, è stato burrascoso e ha persino diviso la tifoseria. Fantantonio è stato uno dei giocatori più forti, se non il più forte, osservato sotto la Lanterna nel XXI secolo. Cassano ha raccontato, emozionandosi, il suo rapporto con Garrone durante una diretta su Twitch alla BoboTv.

"La persona che avrei voluto come padre era il presidente Garrone - ha detto Cassano - una persona di una bontà, di una qualità umana e di uno spessore unici. È stata la persona che più mi ha segnato. Se avessi dovuto pagare per un padre avrei scelto lui. Gli volevo un bene dell'anima, lui voleva un bene dell'anima a me. Gli volevo tanto bene, gli voglio bene e gli vorrò sempre bene. Un bacio a lui."