Condividi:


Sampdoria-Benevento, invitati al Ferraris 500 medici e operatori anti covid

di Maria Grazia Barile

Saranno spettatrici anche le ragazze del settore femminile del club blucerchiato

Saranno 500 e dal primo anello del settore Distinti assisteranno domani, sabato, a Sampdoria-Benevento su invito della società. Si tratta di medici, infermieri e operatori socio-sanitari dei quattro ospedali genovesi “Galliera”, “Gaslini”, “San Martino” e “Villa Scassi”, impegnati in prima linea nella lotta al Coronavirus-COVID-19 e voluti fortemente allo stadio “Ferraris” dal presidente Massimo Ferrero in occasione della riapertura – seppur parziale e a capienza ridotta – degli impianti di Serie A.

 Oltre al personale ospedaliero, già sostenuto durante il lockdown con varie iniziative nell’ambito del progetto Samp for People a fare il tifo per Fabio Quagliarella e compagni contribuiranno anche le bambine e le ragazze delle sei formazioni del Settore Femminile blucerchiato, che, sugli spalti di Marassi, saranno accompagnate dai rispettivi genitori.

L’apertura dei cancelli è prevista alle ore 15.00. Ad ogni accesso sarà controllata la temperatura corporea e andrà consegnata l’autocertificazione indispensabile ai fini dell’ingresso allo stadio. La mascherina è obbligatoria e andrà in indossata per tutta la durata dell’evento. Ad eccezione della Tribuna d’Onore e della Tribuna Autorità (dove ci si potrà accomodare alternati in ragione della maggior distanza delle postazioni), in Tribuna Inferiore e nei Distinti il pubblico sarà distanziato di tre seggiolini. Sarà indispensabile rispettare il posto assegnato; anche i nuclei familiari non potranno sedersi vicini in quanto andrebbero ad accorciare la distanza minima con gli altri spettatori. In fase di deflusso bisognerà attendere le indicazioni degli steward.