Ponte Morandi, Merloni: "Poca trasparenza da Aspi e tasso di manutenzione al 27%"

di Redazione

Il presidente dell'Anac: "Il dato complessivo era insufficiente a dare garanzie di sicurezza dell'opera"

Ponte Morandi, Merloni: "Poca trasparenza da Aspi e tasso di manutenzione al 27%"

"Nella vicenda del Ponte di Genova il tasso di manutenzione era intorno al 27% (rispetto ai piani finanziari di Aspi, ndr) ma comunque gli interventi erano stati rinviati nel tempo e il dato complessivo era insufficiente a dare garanzie di sicurezza dell'opera". Lo ha detto il presidente del'Anac, Francesco Merloni, in audizione alla Commissione Lavori Pubblici del Senato sulle concessioni autostradali.

"Ci fu un'interlocuzione molto faticosa con Aspi per ottenere le informazioni. Non siamo abituati ad avere questo tipo di interferenze dalle amministrazioni. In vicende così la tempestività dello scambio di informazioni e' essenziale. Anche in un'occasione cosi' drammatica non c'e' stata collaborazione piena di Autostrade per l'Italia". prosegue Merloni, parlando della vicenda del Ponte di Genova in audizione alla Commissione Lavori Pubblici del Senato sulle concessioni autostradali.

"C'e' da segnalare il comportamento in particolare di Aspi che e' stata particolarmente resistente nel fare trasparenza, ma in generale e' una tipica attivita' di pubblico interesse che è pacificamente soggetta a trasparenza. Non ci sono particolari profili di segreti commerciali. Quanta manutenzione si fa, quali verifiche sulle opere sono informazioni che rientrano pienamente nella nozione di attività di pubblico interesse e quindi sottoposti a piena trasparenza. Spesso i concessionari hanno resistito agli obblighi di trasparenza". Lo ha detto il presidente dell'Anac, Francesco Merloni, in audizione in Senato.