No green pass, sesto giorno di protesta al varco Etiopia: un centinaio resiste sotto la pioggia

di Alessandro Bacci

I manifestanti sono diminuiti: dai mille dei primi due giorni al centinaio di oggi ma senza volontà di mollare. Nessun disagio all'operatività

Sono un centinaio i manifestanti no green pass che mantengono il presidio al varco Etiopia, nonostante la pioggia. Molti hanno passato la notte al varco, in tende o in camper chi è arrivato da fuori città. E se il ricambio di persone in porto non sembra arrestarsi come testimonia il numero di mezzi che si fermano nello spiazzo di fronte al varco, negli ultimi due giorni i manifestanti sono diminuiti: dai mille dei primi due giorni al centinaio di oggi, ma nessun accenno alla volontà di mollare la protesta, diventata soprattutto simbolica visto che da giorni il presidio al porto di Genova non crea disagi all'operatività del porto, se non qualche rallentamento al transito dei tir i cui autisti sono invitati ad accettare caffé e focaccia.

Situazione simile al Psa di Pra', ma con pochi manifestanti che fanno sapere che andranno avanti per tutta la settimana. Lunedì e martedì prossimi, per avere tamponi gratuiti per tutti i lavoratori, sciopereranno i portuali del sindacato di base.