Condividi:


Liguria, Anzalone: "Con il nuovo Dpcm 500 palestre rischiano di non riaprire"

di Redazione

L'allarme del consigliere regionale: "Parliamo complessivamente di quasi 4mila lavoratori, il governo intervenga immediatamente"

"In Liguria ci sono quasi 500 palestre, con il nuovo Dpcm rischiano di non riaprire mai più: parliamo complessivamente di quasi 4mila lavoratori in varie forme che temono per il loro futuro. Chiediamo che il Governo intervenga immediatamente per un sostegno economico", spiega in una nota Stefano Anzalone, consigliere regionale di Cambiamo e consigliere con delega allo sport del Comune di Genova.

"E nella nostra regione ci sono anche 45 piscine pubbliche e 420 polisportive con il coinvolgimento di migliaia di lavoratori. A questo provvedimento di chiusura deciso nel Dpcm deve corrispondere immediatamente da parte di Roma una risposta per un ristoro economico che deve arrivare velocemente", conclude Anzalone