Condividi:


L'ordine dei medici di Savona denuncia la Protezione civile: penuria di DPI

di Redazione

Il presidente Corti: "Modestissime scorte, insufficienti per far fronte all'emergenza"

Il presidente dell'Ordine dei medici di Savona, Luca Corti, ha depositato una denuncia contro la Protezione Civile in cui chiede alla Procura di indagare "sulla penuria di Dpi nelle prime fasi dell'emergenza Coronavirus". "I Dpi non sono stati forniti o la fornitura è stata del tutto inadeguata per qualità e quantità".

Corti denuncia che in Asl "esistevano modestissime scorte, insufficienti per far fronte all'emergenza", sottolineando che "i medici sono stati costretti a mantenere le mascherine più giorni e a sanificare i camici più volte anziché gettarli dopo l'uso quotidiano".

Per questo Corti definisce "gravissimo il comportamento della Protezione Civile, che ha causato la morte di migliaia di cittadini e centinaia tra medici ed infermieri" "Le istituzioni nazionali si sono trincerate dietro la 'novità e la celerità del virus' per giustificare ciò che invece era e è ingiustificabile, ovvero la carenza di materiali". Corti attribuisce responsabilità anche a presidenza del Consiglio e al ministero Salute.