Il coprifuoco sarà rivalutato a metà maggio: intesa nella maggioranza

di Alessandro Bacci

Bocciato l'ordine del giorno di Fratelli d'Italia per abolirlo. Toti: "Credo che dopo il ponte del primo maggio potremo tornare a discutere"

C'è l'intesa nella maggioranza sul coprifuoco: a metà maggio il governo valuterà le decisioni prese nel dl Covid. Anche Lega Matteo Renzi che avevano criticato il mantenimento della misura, sono d'accordo con la decisione. decisivo, però, sarà l'andamento di casi e di vaccini. Bocciato l'ordine del giorno di Fratelli d'Italia per abolire il coprifuoco alle 22 (Lega e Forza Italia non hanno votato).

"Le misure di contenimento che prendiamo dopo un anno e tre mesi di covid non solo devono servire, ma devono anche essere vissute come giuste dalle categorie che le subiscono". Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti a 'Mattino Cinque' su Canale 5 motiva l'ordine del giorno presentato da Cambiamo! alla Camera per anticipare da luglio a metà maggio il 'tagliando' del Governo sul coprifuoco.

"Credo che se dopo il ponte del primo maggio i dati sul contagio saranno quelli della Liguria, dove scendono ricoveri, decessi e la vaccinazione va avanti, potremo tornare a discutere del coprifuoco", commenta.