Condividi:


Green pass: Paita, no tamponi gratis per dipendenti porti

di Matteo Angeli

"Nonostante le sollecitazioni, ci si è mossi in ritardo. La situazione del settore logistico è complicata dalle criticità dell'autotrasporto"

Raffaella Paita, presidente della Commissione Trasporti della Camera, scende in campo sulla questione Green Pass in porto.
"L'idea di pagare i tamponi ai dipendenti sprovvisti di Green pass è doppiamente sbagliata: apre la strada a squilibri nel sistema di controllo
dell'epidemia e, legittimando una violazione, introduce un principio sbagliato".
 

Paita continua: "A questo stato di cose si è, purtroppo, arrivati anche perché, nonostante le numerose sollecitazioni dai noi rivolte, ci si è mossi in ritardo. La situazione del settore logistico è complicata dalle criticità dell'autotrasporto. Alla carenza strutturale di autisti si somma, infatti, il problema rappresentato dai lavoratori stranieri che hanno ricevuto vaccini non riconosciuti dall'Ue. I nodi da affrontare sono diversi. Una soluzione complessiva che tenga conto insieme delle esigenze di sicurezza dei lavoratori e della funzione del sistema logistico può essere individuata. E da questo punto di vista siamo pronti a offrire il nostro contributo. Certo, non aver costruito in anticipo una strategia che avrebbe evitato questo problemi, è stato un errore".