Genova, ubriaco sputa, bestemmia e urina sul bus e aggredisce i poliziotti

di Alessandro Bacci

Il 18enne è stato arrestato. Ha cercato anche di mordere gli agenti e ha sfondato lo sportello posteriore e il plexiglass della volante

La Polizia di Genova ha arrestato un cittadino italiano di 18 anni per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale, denunciandolo altresì per interruzione di pubblico servizio, oltraggio e danneggiamento aggravato di beni della pubblica amministrazione. I poliziotti delle volanti sono intervenuti a Sampierdarena in via Avio a seguito della richiesta da parte dell’A.M.T. che ha segnalato un soggetto visibilmente ubriaco e senza mascherina che, sul bus della linea 18, oltre ad alzare il tono della voce a dismisura creando disturbo, a sputare per terra e verso gli altri, si è abbassato i pantaloni iniziando ad urinare costringendo di fatto l‘autista ad interrompere la corsa, per evitare che gli occupanti della vettura potessero essere colpiti dal liquido.

Al giungere degli operatori il 18enne si trovava ancora bordo del mezzo, mentre tutti gli altri erano già stati trasbordati su un altro bus. Un poliziotto ha cercato di approcciare il giovane che, per tutta risposta, ad occhi chiusi, bestemmiando, ha gridato di essere lasciato in pace. Dopo essersi ripreso e viste le divise, ha iniziato ad urlare minacciando i poliziotti, sputandogli contro, dimenandosi, cercando di morderli e scalciando ha procurato ad un operatore lesioni guaribili in 7 gg e ad un altro 6 gg. Per placare la sua furia e farlo scendere i poliziotti hanno dovuto far ricorso al Capsicum (lo spray al peperoncino).

Una volta dentro l’auto di servizio ha continuato a inveire contro gli agenti e al momento di scendere per essere accompagnato all’interno della Questura è riuscito con calci violentissimi a divellere lo sportello posteriore della vettura di servizio, danneggiare il plexiglass divisorio dell’auto e la portiera. Il Magistrato ha fissato il giudizio per direttissima per questa mattina.