Genova, scoperto a spacciare il pusher prende a calci e pugni gli agenti

di Alessandro Bacci

Il 27enne pluripregiudicato era stato colto in flagrante e denunciato. Nonostante questo si è scagliato contro la polizia locale ed è stato arrestato

Genova, scoperto a spacciare il pusher prende a calci e pugni gli agenti

La Polizia locale del reparto Sicurezza urbana ha arrestato un 27enne perché, dopo essere stato colto in flagrante e denunciato per spaccio, quando ha capito che il denaro provento dell'illecita attività gli sarebbe stato sequestrato insieme alla sostanza stupefacente, ha dato in escandescenze e si è scagliato contro gli agenti, colpendone uno.  

Il cittadino senegalese, senza fissa dimora, è stato visto cedere la sostanza psicotropa, poi risultata essere hashish, a un "cliente" in piazza dello Statuto, di fronte alla Darsena. Vista la modesta entità della cessione, come previsto dalla legge, il personale del reparto lo ha denunciato a piede libero, ovviamente sequestrando lo stupefacente e il denaro di cui l'uomo era in possesso: 70 euro in banconote di piccolo taglio, verosimilmente provento del suo commercio illegale.

Lo straniero, pluripregiudicato sia per spaccio sia per resistenza a pubblico ufficiale, avrebbe potuto, a quel punto, allontanarsi dalla sede della Polizia locale di piazza Ortiz, dove era stato portato per l'identificazione. Invece ha cominciato a colpire con calci e pugni prima le pareti della stanza, poi gli agenti, mancandone uno e centrandone un altro al volto. Per questo è stato arrestato e trasferito nelle camere di sicurezza della Questura in attesa della direttissima a seguito della quale l"arresto è stato convalidato e disposto obbligo di firma