Genova, notte di San Silvestro senza ballo: nelle discoteche si cena con musica di sottofondo

di Anna Li Vigni

Bocciardo; "Ci saranno tante feste abusive". Il settore delle discoteche e della sale da ballo è da ormai due anni in gravissima crisi e si attendono ristori immediati

Genova, notte di San Silvestro senza ballo: nelle discoteche si cena con musica di sottofondo

 

Il nuovo decreto festività ha dato uno schiaffo a tutti i proprietari e gestori di locali da ballo limitando l'attività ovvero vietando il ballo. Questa sera infatti le discoteche saranno più ristoranti che luoghi per ballare: unico modo per cercare di attarre clienti. A centinaia le disdette che hanno in molti casi indotto le direzioni a sospendere gli eventi. 

"Il Capodanno è un evento che vale un 10-15% del fatturato annuale. Sono state comprate merci e fatti contratti. Già avevamo regole strette come il tracciamento, il Super Green Pass, la capienza al 50%. Un decreto che a pochi giorni dal Capodanno ci impedisce di aprire le discoteche. Stanotte ci saranno tante feste abusive ma mi auguro che ci siano anche tanti controlli. Mi auspico che a breve ci facciano riaprire e che non ci si fermi più. il nostro mondo comprende tante figure professionali e tanti settori che vanno dai dj alle imprese che si occupano di pulizie", spiega Ettore Bocciardo, presidente provinciale Silb Ascom, il sindacato delle sale da ballo. 

Si potrà cenare e togliere la mascherina solo mentre si sta seduti a tavola, ma nessuno si potrà muovere. La mascherina dovrà essere indossata quando ci si alza da tavola. In alcuni ristoranti ci saranno i dj ma potranno solo curare la selezione musicale. Quindi sarà un festeggiamento senza balli. Una vera forzatura non solo per chi vive del settore ma anche per chi avrebbe voluto, come è giusto che sia, saltare e sfogarsi con il ballo per dire addio ad un anno, anzi due, da dimenticare!