Condividi:


Genova, nasce in via Garibaldi un nuovo centro dedicato a Niccolò Paganini

di Redazione

"Paganini e il suo celebre violino, "il Cannone", sono dei simboli che fanno conoscere Genova in tutto il mondo", sottolinea il sindaco Bucci

Genova dedica uno dei suoi angoli più suggestivi, tra i palazzi nobiliari di via Garibaldi, ad uno dei suoi cittadini più celebri, Niccolò Paganini. A pochi passi da Palazzo Tursi nasce il centro di ricerca e didattico dedicato a Paganini, pensato per far conoscere a genovesi e turisti l'eredità culturale del più grande violinista di tutti i tempi. Il centro, che sarà pienamente operativo da novembre, mette a diposizione di studiosi, musicofili e appassionati un vasto archivio documentale sulla vita e le opere del Maestro. 

"Genova, città dalla storia millenaria e gloriosa, ha dato i natali a straordinarie personalità che hanno contribuito a darle vanto e a farla conoscere nel mondo. Tra queste la figura di Niccolò Paganini è centrale: genio insuperato del violino e immenso compositore, è un eccezionale biglietto da visita per la città in ogni parte del mondo – commenta il sindaco Marco Bucci - L’apertura di questo point rappresenta una nuova occasione per i genovesi di conoscere meglio la vita, la storia, le opere di questo grande artista e di celebrarne la grandezza". 

Il nuovo centro è un ulteriore tassello per far conoscere la figura di Niccolò Paganini, insieme all'ormai consolitato Paganini Genova Festival, al Concorso internazionale per violino Paganini e al progetto di ampliamento delle sale paganiniane di via Garibaldi.

"Ringrazio gli Amici di Paganini per questo nuovo strumento che arricchirà ulteriormente l’attività culturale attorno al grande violinista, un genio eterno e quindi sempre attuale, come dimostra il successo del Paganini Genova Festival", dichiara l’assessore alle Politiche culturali Barbara Grosso. "Il point è il primo step di un progetto di sinergia comune, al quale l’amministrazione sta lavorando e che mette al centro la figura del nostro illustre concittadino".

Oltre ai documenti, il nuovo point di via Garibalid ospita alcune opere d'arte dedicate al Maestro, compresi due quadri della pittrice Maria Rosa Vendola. "Paganini è un simbolo della bellezza della città", ha dichiarato l'artista.