Genova, marittimo cade nella stiva: soccorso in mare aperto con l'elicottero

di Redazione

Intervento notturno della Capitaneria di Porto a bordo di un motonave: il ferito, caduto da 5 metri, ha riportato la frattura di una gamba

Complesso intervento della Capitaneria di Porto ieri sera a bordo della motonave Christa battente (bandiera delle Isole Vanuatu) al largo di Genova per soccorrere un ingegnere marittimo caduto da 5 metri da una scaletta della stiva.

L'allarme alle 19.30.  Per raggiungere in sicurezza il ferito senza procurargli dolore e altri possibili ferite visto l'area angusta dove era caduto è stato necessario mobilitare l'elicottero Nemo della Capitaneria di Porto della base di Luni (La Spezia), l'unico in Liguria dotato delle strumentazioni utili per volare in sicurezza anche di notte.

Grazie alla collaborazione dei medici del 118 e i militi della Croce Bianca Genovese, nel frattempo giunti sul posto (a 6 miglia e mezzo a sud di Genova) a bordo di una motovedetta, i militari della Capitaneria sono riusciti a soccorrere con il vericello il marittimo, un turco di 36 anni, poi trasferito all'aeroporto di Genova e da qui - dopo le 23 - con l'ambulanza all'ospedale Villa Scassi di Sampierdarena in codice giallo per la frattura alla gamba e lo stato di ipotermia a causa del freddo nella stiva.