Condividi:


Genova, tassisti in corteo per protesta: "In ginocchio, aiutateci"

di Redazione

La richiesta a Regione e Prefetto: "Possiamo integrare il servizio bus e trasportare gli studenti a prezzi calmierati"

Protesta dei tassisti a Genova messi in ginocchio dai decreti anti Covid del governo Conte che riducendo molte attività inevitabilmente hanno ridotto al lumicino anche le corse dei taxi.

Quasi duecento tassisti in segno di protesta hanno effettuato un lento girotondo fra piazzale Kennedy, alla Foce, e piazza De Ferrari.

Il corteo non ha creato problemi al traffico perché i tassisti erano scortati dalle moto della polizia locale e rispettavano i semafori.

L'occasione perla manifestazione è stata l'incontro in prefettura dei rappresentanti ufficiali della categoria che hanno incontrato il prefetto Carmen Perrotta in vista dello sciopero nazionale dei taxi fissato per il  6 novembre.

Fra le richieste un aiuto immediato da parte del governo per sopravvivere alla crisi Covid e, ecco la grande novità, la possibilità di integrare il servizio pubblico dei bus trasportando a scuola gli studenti a prezzi popolari.

A raccontare le grandi difficoltà delle categoria due tassisti incontrati nel posteggio Taxi di via Corsica a Carignano.