Genova, la presentazione sul "Dandismo alcolico" ai Luzzati

di Redazione

La tavola rotonda sul "bere consapevole" con l'autore Giovanni Giaccone, Anna Chieregato, Giulia Cassini e Max Manfredi

Genova, la presentazione sul "Dandismo alcolico" ai Luzzati

Il vino parla. Su questo assioma si regge il nuovo libro di Giovanni Giaccone “Dandismo alcolico. Meditazioni sul bere consapevole” de Il Melangolo che verrà presentato ai Giardini Luzzati il 10 luglio alle 19:30. Presente l’autore con Anna Chieregato e Max Manfredi, modera Giulia Cassini.

Tre giornalisti e un artista dunque, per dar vita a un insieme di riflessioni su un mondo che si può letteralmente condensare non solo in un bicchiere, ma addirittura in un sorso. Come scrive lo stesso Max Manfredi nella bella postfazione “La caratteristica del vino è ambigua: ci cattura con il caleidoscopio dei suoi sentori, che i sommelier spietatamente elencano a noi poveri bevitori ignoranti. Ma poi, con l’alcol, ci porta la dimenticanza, l’oblio: che altro non è che una grande emulsione delle memorie”. 

Non è dunque solo la tecnica, che consente di apprezzare il vino, e questo libro restituisce l’occasione della connessione tra le arti non solo per avere il colpo d’occhio di scorgere la bottiglia giusta, ma per dipanare tutto un insieme di sfere d’influenza dalla cultura dotta a quella popolare sino alla letteratura con grandi chicche. Spazio ai dandy dunque, ma anche alle grandi penne italiane come Carducci e all’ode “A una bottiglia di Valtellina”. Perché come condensa efficacemente Anna Chieregato il vino è ventriloquo. Ha un milione di voci. Racconta grandi cose, amori tragici e tradimenti terribili.

Giovanni Giaccone è giornalista, scrittore e sommelier. Per Il Melangolo ha scritto anche Cocktailsofia e L’arte di bere d’estate. Alla presentazione sarà possibile abbinare  una degustazione di vini maggiori e minori con appetizer scelti ad hoc.