Genova, l'Istituto Vittorino Bernini chiude dopo oltre 50 anni di attività

di Gregorio Spigno

Ancora di salvezza per migliaia di ragazzi, la scuola chiude a causa di problemi finanziari dovuti alla vicenda Carige

Genova, l'Istituto Vittorino Bernini chiude dopo oltre 50 anni di attività

È stata la scuola-salvezza per molti ragazzi non adeguatamente seguiti nelle pubbliche, ha aiutato migliaia di giovani a concludere il ciclo di studi, ma da oggi non potrà più farlo: l'Istituto paritario Vittorino Bernini di Genova chiude, dopo 51 anni di onorata attività.

Lunedì scorso, tramite una fredda mail, i vertici della scuola hanno avvisato tutte le famiglie: dal prossimo settembre, il Bernini non esisterà più. 

Problemi finanziari, dovuti soprattutto alla vicenda Carige. Il proprietario dei muri, infatti, è Ferdinando Menconi, ex amministratore delegato del ramo assicurativo della cassa finito al centro della maxi inchiesta relativa alle truffe immobiliari con riciclaggio internazionale annesso. E, per l'appunto, l'edificio del Vittorino di via Maragliano era stato confiscato a Menconi già nel 2014, ma successivamente restituito grazie al patteggiamento.

All'interno della scuola, privata, lavoravano 27 persone: 22 insegnanti e 5 collaboratori, che adesso con ogni probabilità si ritroveranno a spasso. Difficoltà serie, ovviamente, anche per gli alunni iscritti e le rispettive famiglie, che adesso dovranno decidere come proseguire la carriere scolastiche

Un pezzo di storia di Genova e non solo è stato dunque cancellato da tristi diatribe economico-legali: il Bernini chiude per sempre.