Genova, droga scadente: pusher 14enne scippato del cellulare dal cliente

di Michele Varì

E' successo nel centro storico: lo scippatore bloccato dai carabinieri. La giustificazione dello spacciatore: "Vado a scuola..."

Genova, droga scadente: pusher 14enne scippato del cellulare dal cliente

La dose di stupefacenti non è buona, il cliente si infuria e scippa il cellulare al giovanissimo pusher, un ragazzino appena quattordicenne.

Storie di vite malate partorite dal centro storico di Genova dove lo spaccio è sotto gli occhi di tutti ad ogni ora del giorno e della notte. Dove lo spaccio non si è fermato neppure durante la quarantena.

La rapina è avvenuta in piazza Pellicceria, in zona San Luca.

In questa vicenda colpisce la giovane età dello spacciatore, un senegalese di soli quattordici anni. Un adolescente cresciuto troppo presto che ogni volta che viene fermato dalle forze dell'ordine dice subito di essere uno studente, come a trovare una giustificazione, come fanno i suoi coetanei in classe quando non hanno fatto il compito, solo che lui dietro un banco forse non c'è mai stato. Un ragazzino, un “cavallo” della droga, probabilmente sfruttato da qualche adulto. Il giovane a chi gli chiede perchè vende droga racconta che i genitori sono lontani e di vivere in casa di cugini. Ma la verità probabilmente è un'altra.

Le indagini sullo scippo subito dal quattordicenne sono state avviate dai carabinieri della stazione della Maddalena che hanno individuato e denunciato il rapinatore, un algerino naturalizzato francese.