Condividi:


Genova, controlli nel centro storico e Sampierdarena anche con l'esercito

di Redazione

È quanto ha deciso il Comitato per la sicurezza e l'ordine pubblico, maggiori controlli per verificare assembramenti e utilizzo della mascherina

Controlli intensificati in centro storico e a Sampierdarena utilizzando in parte personale dell'esercito attualmente impiegato nella vigilanza cittadina con l'operazione strade sicure. E' quanto ha deciso il Comitato per la sicurezza e l'ordine pubblico convocato dal prefetto di Genova Carmen Perrotta. Alla riunione hanno partecipato i vertici delle forze dell'ordine, il governatore Giovanni Toti, il sindaco di Genova Marco Bucci insieme all'assessore alla sicurezza del comune di Genova Stefano Garassino.

"Abbiamo individuato due zone più critiche - spiega Garassino al termine della riunione - che sono quelle del centro storico e di Sampierdarena dove le disposizioni sanitarie circa l'utilizzo della mascherina e il divieto di assembramento non vengono rispettate e lì cercheremo di concentrare i controlli. Il personale dell'esercito tuttavia che non può autonomamente comminare sanzioni per il mancato rispetto del dpcm sarà aggregato di volta in volta a carabinieri, polizia e polizia locale".

Se ci sarà un'intensificazione dei controlli nelle zone considerate più critico al momento tuttavia non è previsto un incremento del personale impiegato: "Per quanto riguarda l'esercito si tratta di poche unità che saranno ricollocate e utilizzate nei controlli - conferma l'assessore - per questo con il sindaco abbiamo nuovamente chiesto a Prefetto e questore di verificare la possibilità di avere più uomini per gestire questa fase".

(Foto d'archivio)