Condividi:


Comitato "Abitanti sotto il viadotto”, incontro con i capigruppo fuori dal Consiglio regionale della Liguria

di Anna Li Vigni

Claudio Muzio: "Determinate procedure non possono essere adottate se non interviene una legge dello Stato"

Al grido di 'basta case sotto i ponti' e brandendo alcuni pezzi caduti dal viadotto autostradale Bisagno, il comitato degli abitanti delle Gavette stamani a Genova ha organizzato un manifestazione di protesta davanti all'ingresso del Consiglio regionale della Liguria.

'Ministro Giovannini tiri fuori il nostro dossier', 'case invendibili: tutto il sacrificio di una vita', 'no carità, sì al trasferimento e 'non vogliamo altre vittime': sono gli striscioni srotolati dai manifestanti, che indossano magliette bianche con la scritta 'non uccideteci'.

I manifestanti, che dicono 'no' agli indennizzi proposti da Aspi per sopportare i cantieri in corso per la messa in sicurezza del viadotto Bisagno chiedendo di essere trasferiti, hanno ottenuto un incontro con la conferenza dei capigruppo. 

Davanti all'ingresso del Consiglio regionale, Chiara Ottonello, insieme ad altri cittadini del Comitato "Abitanti sotto il viadotto Bisagno", ha incontrato alcuni consiglieri regionali. Tra loro: Alessio Piana, Claudio Muzio, Luca Garibaldi e Ferruccio Sansa.