Genova, avvocato rubava dai conti correnti di minori disabili: arrestato

di Alessandro Bacci

In dieci anni si è impossessato di circa 500 mila euro dei suoi assistiti, si è presentato ai carabinieri dopo una condanna a nove anni

Genova, avvocato rubava dai conti correnti di minori disabili: arrestato

Si è presentato dai carabinieri di Forte San Giuliano a Genova per farsi arrestare dopo la condanna definitiva a nove anni e 12 giorni l'avvocato genovese Roberto Mina, 66 anni. Il legale era accusato di avere rubato per 10 anni circa 500 mila euro dai conti correnti dei minori disabili di cui era curatore speciale. L'inchiesta era stata coordinata dal pm Paola Calleri. Mina era finito agli arresti domiciliari nel 2017. Secondo l'accusa, dal 2006 al 2016 avrebbe effettuato continui prelievi dai conti degli assistiti per oltre 500mila euro.

L'inchiesta era partita da una segnalazione del giudice tutelare a cui la parente di un disabile, amministrato da Mina, aveva fatto notare anomalie sui conti. Nel caso, dopo la vendita di tre appartamenti per 540 mila euro, nel deposito dell'amministrato dopo alcuni anni c'erano solo 50 mila euro, cifra non giustificata con le spese sostenute dal disabile. Secondo le indagini il legale avrebbe prelevato da altri 24 conti di minorenni che ricevevano pensioni d'invalidità o di reversibilità.