Condividi:


Sestri Levante, finti avvocati e carabinieri per truffare anziana: denunciati

di Redazione

Due uomini accusati di aver sottratto ad una signora gioielli e 400 euro in contanti. Individuati dai Carabinieri grazie alle telecamere

Uno si fingeva avvocato, l'altro maresciallo dei carabinieri: due truffatori hanno fatto credere ad un'anziana di Sestri Levante che il figlio era stato arrestato e che servivano 5000 euro di cauzione, sottraendole 400 euro in contanti e diversi gioielli.  Nella serata di giovedì 25 giugno i carabinieri della compagnia di Sestri Levante hanno rintracciato e denunciato in stato di libertà gli autori della truffa, che si era verificata 24 giugno. Tutta la refurtiva è stata recuperata.

La dinamica dell'inganno non è nuova per i carabinieri: la vittima è stata chiamata da uno dei truffatori, che si è fatto passare per un avvocato. L'uomo ha detto alla signora che il figlio aveva provocato un grave incidente stradale ed era stato arrestato, poi ha passato il telefono al complice, che si fingeva maresciallo dei carabinieri. Il secondo truffatore ha comunicato alla vittima che servivano 5000 euro di cauzione per rilasciare il figlio, e che sarebbe passato un funzionario della Questura a ritirarli a casa. La signora, spaventata, ha raccolto tutto il denaro che aveva in casa, circa 400 euro e, su suggerimento dei truffatori,  anche diversi gioielli. Poco dopo ha bussato alla porta un uomo ben vestito, che ha preso in consegna soldi e monili. A quel punto il sedicente avvocato ha richiamato la donna, dicendole che il figlio sarebbe tornato entro sera. Quando il figlio della signora è effettivamente tornato a casa, la signora si è resa conto della truffa e ha denunciato l'accaduto. 

Grazie all’analisi delle telecamere di videosorveglianza, effettuata con la collaborazione degli agenti della polizia locale di Sestri Levante, i carabinieri hanno individuato l’auto usata dai truffatori per raggiungere l’abitazione della vittima, una Fiat 500 L presa a noleggio in provincia di Caserta. I carabinieri l'hanno rintracciata a Genova e perquisita: a bordo c'erano i gioielli dell'anziana di Sestri Levante e  3600 euro in contanti, che gli investigatori ritengono poter essere provento di altre truffe. I soldi, i gioielli sono stati posti sotto sequestro.