Condividi:


Genova, aria di festa: centro e Porto Antico si ripopolano

di Edoardo Cozza

In occasione della festività del 2 giugno, la gente a passeggio per le strade del capoluogo: file all'Acquario e qualche turista

Il cielo è velato, ma i genovesi e i turisti si godono lo stesso il giorno di festa: il 2 giugno è l'occasione per staccare la spina e, complice l'allentamento delle restrizioni delle ultime settimane, anche per riappropriarsi della libertà. 

A Genova la gente è in strada: nel centro cittadino e al Porto Antico tanta gente si gode la festività, tra chi è semplicemente a passeggio e chi si dedica alle attività coi figli: "Andremo in giro con il battello per vedere le balene, sperando di scorgerne qualcuna coi bambini" racconta una mamma, che aggiunge: "Riassaporare la libertà è importante soprattutto per i più piccoli. Almeno quest'anno le scuole sono rimaste per lo più aperte, ma ora è il momento di permettergli anche attività ludiche o sportive". 

Si riaffacciano a Genova anche i turisti. C'è chi sfrutta un amico come guida: "Finalmente possiamo tornare a incontrarci e io, genovese d'adozione, dopo aver scoperto i segreti della città li mostro anche alla mia comitiva che non vive qui" spiega un ragazzo intercettato al Porto Antico.

Acquario preso d'assalto, anche da chi arriva da fuori. Una donna siciliana, qui con marito e figli, ci spiega di "esserci stata lo scorso settembre", ma ora Genova ha meritato un'altra visita: "È una città che ci aveva colpito molto, appena abbiamo potuto siamo tornati!".