Condividi:


Genoa, il futuro di Pandev è ancora un rebus: "Ritiro? Non so se cambierò idea..."

di Gregorio Spigno

"Ora sono concentrato sul torneo, il mio pensiero è quello di smettere poi vedremo se farò un altro anno"

Goran Pandev torna a parlare di futuro. Lo fa a Sky Sport, trattando diversi temi: dal ritiro (ancora in programma, almeno per il momento) all'Europeo.

"Smetto? Penso di sì, non so se cambierò idea. Per quanto riguarda la partita contro l'Austria, sono contento di aver segnato ma mi dispiace per il risultato. Era importante, per noi, giocare gli Europei: una grande esperienza, per me, per i miei compagni e per il nostro Paese un'emozione incredibile. La scorsa partita abbiamo dato il massimo ma l'Austria ha vinto meritatamente, si è dimostrata più forte. Speriamo di poter fare risultato nelle prossime partite e fare ulteriormente la storia. Ora sono concentrato sul torneo, il mio pensiero è quello di smettere poi vedremo se farò un altro anno".

Storica Macedonia del Nord: "Abbiamo fatto la storia della nostra nazionale, siamo i primi ad essere arrivati in una grande competizione. Vogliamo fare bene, è importante fare bella figura. La squadra è giovane e non ha molta esperienza in questo tipo di partite. Sentire l'inno macedone prima della partita di un Europeo è stato davvero emozionante”.

Sull'Ucraina, prossima avversaria: “Mi ha impressionato, li stiamo studiando da qualche giorno e sappiamo che è una squadra molto forte. Ha delle ottime individualità e Shevchenko sta facendo un ottimo lavoro, sono messi bene in campo. Non abbiamo nulla da perdere, saremo pronti ad affrontarli. Sono favoriti e hanno dimostrato la loro forza contro l’Olanda".