Condividi:


Fiorentina-Sampdoria 1-2, finalmente il carattere: tre punti d'oro

di Redazione

Quagliarella e Verre regalano la prima gioia ai blucerchiati. Sofferenza, corsa e grinta fanno la differenza

La Sampdoria vince 2-1 contro la Fiorentina al Franchi. Una prova di carattere, fatta di sofferenza e grande corsa. Ranieri in attesa di rinforzi si affida al giovane Damsgaard sulla sinistra. I blucerchiati soffrono inevitabilmente ma dimostrano corsa e grinta: fattori che alla fine risultano decisivi.

Il primo tempo si apre con un brivido per la Sampdoria con Kouame che riceve un pallone in area da Bonaventura e incredibilmente sbaglia tirando fuori. La Samp soffre gli attacchi viola ma al 22' Quagliarella con astuzia recupera un pallone dalle mani di Dragowski. Il capitano segna, ma l'arbitro annulla per un leggero tocco sul portiere. La Fiorentina salva un pallone sulla linea dopo un tiro di Damsgaard ma i blucerchiati al 42' sbloccano la sfida su calcio di rigore. Quagliarella si conquista un calcio di rigore e trasforma il penalty. 0-1. Il primo tempo termina così.

Nel secondo tempo la Fiorentina conquista sempre più spazio. Ranieri è costretto a sostituire Damsgaard, Ramirez e Candreva stremati e inserisce Verre, Askildsen e Leris. La Samp perde equilibrio e due minuti più tardi Vlahovic colpisce ritrovandosi sui piedi un tiro cross di Bonaventura. 1-1. I blucerchiati reagiscono e Thorsby trova una rete giustamente annullata per un tocco di mano precedente di Tonelli. Al 71', però, Verre fa esplodere i tifosi: da un rilancio lungo di Audero il centrocampista stoppa il pallone e con il cucchiaio da fuori area trova il vantaggio.1-2. Nel finale i blucerchiati tremano, quando sull'ultima azione Saponara colpisce un palo clamoros nell'ultima azione della gara. Termina così, la Sampdoria vince e trova tre punti preziosissimi.