Federcalcio danese, la decisione su Eriksen: "Necessario un defibrillatore cardiaco"

di Gregorio Spigno

Il centrocampista dell'Inter ha accettato la soluzione, consigliata dai più importanti specialisti internazionali

Federcalcio danese, la decisione su Eriksen: "Necessario un defibrillatore cardiaco"

Non è semplice capire se Christian Eriksen potrà mai tornare su un campo da calcio. Per il momento potrebbe sembrare improbabile, ma c'è anche chi (Daley Blind, compagno del danese all'Ajax e nazionale olandese) con un defibrillatore impiantato nel cuore è riuscito a ripartire.

Un defibrillatore che verrà installato anche nel cuore di Eriksen, che per 12 interminabili minuti aveva smesso di battere durante Danimarca-Finlandia, all'esordio ad Euro2020.

La Federcalcio danese ha infatti dato un aggiornamento importantissimo sulle condizioni di salute del suo uomo di punta: "Dopo aver sottoposto Christian a diversi esami cardiaci, è stato deciso che avrebbe dovuto avere un ICD (Defibrillatore cardiaco impiantabile). Questo dispositivo è necessario dopo un attacco cardiaco causato da disturbi del ritmo. Christian ha accettato la soluzione e il piano è stato confermato anche da specialisti a livello nazionale e internazionale che consigliano tutti lo stesso trattamento. Chiediamo a tutti di dare a Christian e alla sua famiglia pace e riservatezza".