Il racconto choc del medico danese: "Eriksen era praticamente morto"

di Alessandro Bacci

La Federcalcio conferma: "Abbiamo parlato con Christian, ha mandato i suoi ringraziamenti a tutta la squadra. Le sue condizioni sono stabili"

Il racconto choc del medico danese: "Eriksen era praticamente morto"

"Christian se n'era andato, praticamente era morto... Era in arresto cardiaco. Non so come abbiamo fatto a rimetterlo al mondo, è successo tutto in maniera così veloce. Io non sono un cardiologo, non posso scendere nei dettagli, per quello ci sono gli specialisti, esperti della materia". Lo ha detto Morten Boesen, responsabile medico della Danimarca, durante la conferenza stampa organizzata dalla Federazione all'indomani dell'arresto cardiaco in campo Eriksen. "Non abbiamo ancora una spiegazione sul perché è accaduto tutto questo a Eriksen, in questo momento non so rispondere" - prosegue Morten Boesen - "Posso dire che ci sono stati quattro psicologi nell'hotel con la squadra per tutta la notte."

"Domani proveremo a ritrovarci, non è facile, perché i giocatori hanno sofferto un forte choc, hanno patito lo stress. Forse per qualcuno è ancora troppo presto per riprendersi: questo evento, però, ci deve far unire per le prossime partite. Penso che ci riusciremo". Lo ha detto, in conferenza stampa, Kasper Hjulmand, ct della Danimarca. "Penso abbiamo sbagliato a mettere i nostri calciatori di fronte alla possibilità di proseguire la partita o di fermarsi definitivamente. Erano in condizioni di forte stress, non erano a conoscenza delle condizioni del compagno - aggiunge -. Ho la sensazione che non avremmo dovuto giocare, ma lo penso adesso. Era difficile prendere una decisione in quel momento. Sono orgoglioso della 'mia' squadra, ieri abbiamo avuto prova di come alla base del calcio vi siano spirito di squadra, solidarietà e amore. Il segnale che è arrivato dal campo e dalle tribune è stato molto forte".

"Questa mattina abbiamo parlato con Christian Eriksen, ha mandato i suoi ringraziamenti a tutta la squadra. Le sue condizioni sono stabili, resta in ospedale per ulteriori esami". La federcalcio danese in un tweet rassicura sulle condizioni del nazionale danese.